Circolare di aggiornamento – settembre 2003

BORSE DI STUDIO : ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA INPS

Si ricorda che l’Inps ha recentemente precisato che i soggetti beneficiari delle borse di studio integrative, erogate in qualità di sostegno alla mobilità internazionale degli studenti, oltre ai percettori di assegni per attività di tutorato o didattico-integrative, propedeutiche e di recupero, sono obbligati all’iscrizione alla Gestione Separata Inps (aliquota 10%, per soggetti già iscritti ad una gestione previdenziale obbligatoria; aliquota 12,50% per soggetti titolari di pensione diretta; aliquota 14%, per soggetti privi di altra copertura previdenziale obbligatoria) con decorrenza dall’anno 2003; qualora nel 2003 l’assegnazione sia già avvenuta, l’iscrizione Gestione Separata Inps (codice attività 05) potrà essere regolarmente effettuata entro il 30 settembre.

DEPOSITO TELEMATICO DEI BILANCI : PROROGA AL 31 OTTOBRE

Il Ministro delle Attività Produttive, con decreto 08/08/2003 (pubblicato su G.U. n. 197 del 26/08/2003), in seguito all’approvazione de D.L. n. 147/2003, ha prorogato al 31 ottobre il termine (originariamente fissato al 30 giugno) entro il quale le Camere di Commercio sono state autorizzate a sperimentare il deposito, per via telematica o su supporto magnetico, dei bilanci di esercizio, degli elenchi soci, degli atti di nomina dell’organo amministrativo e del collegio sindacale delle società iscritte al Registro delle Imprese; si ricorda che tale modalità è valida qualora i documenti trasmessi in via telematica siano sottoscritti con la firma digitale di un amministratore, che garantisce la conformità dei documenti informatici agli originali trascritti e sottoscritti sui libri sociali e conservati per 10 anni.

Tale provvedimento proroga anche i termini dell’art. 31 della L. 340/2000, per cui è consentito fino al 31/10/2003 anche il deposito dei suddetti atti in forma cartacea; inoltre, con Circolare n. 3564/2003 del Ministero delle Attività Produttive, richiamando il principio del favor rei, è stato chiarito che non sono sanzionabili i comportamenti delle imprese che hanno effettuato il deposito dei bilanci nel periodo 31/07/2003 – 03/08/2003 (giorno di entrata in vigore del D.L. n. 147/2003).

DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI DIRITTI ANNUALI C.C.I.A.A.

Il D.M. Attività produttive del 09/05/2003 (pubblicato su G.U. n. 151 del 02/07/2003), ha stabilito le modalità di attuazione della definizione agevolata (ex art. 13 della L. n. 289/2002) per il diritto annuale dovuto alle Camere di Commercio dal 1997. In particolare, solo per quanto riguarda le Camere di Commercio che hanno deciso di aderire a tale sanatoria, il contribuente che intende regolarizzare gli anni dal 1997 al 2002 dovrà provvedere al versamento (mediante mod. F24, senza possibilità di compensazione) di quanto dovuto (arrotondato all’unità di euro superiore) entro il 30 novembre 2003.

Si precisa che per la definizione degli anni dal 1997 al 2000 è previsto il pagamento dei diritti dovuti con una riduzione del 60%, mentre per la definizione degli anni 2001 e 2002 è previsto il pagamento dei diritti dovuti con una riduzione del 30%; tuttavia, in entrambi i casi, le Camere di Commercio possono prevedere una maggiorazione, a titolo di sanzione, del 10% del diritto ridotto per ciascun anno di ritardato pagamento.

 

Inoltre, con Legge n. 212/2003, è stata disposta la proroga al 31 ottobre 2003 del versamento del diritto annuale dovuto per l’anno 2003, con il versamento del c.d. “interesse corrispettivo” (maggiorazione del lo 0,40%, come precisato dalla Circolare Min. Attività Produttive n. 3565/C del 28/08/2003).

CANTIERI EDILI : DAL 5 SETTEMBRE NOVITA’ IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

Si ricorda che dal 5 settembre 2003 è in vigore il regolamento (pubblicato su G.U. n. 193/2003) concernente le nuove norme in materia di contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, come previsto dalla L. n. 109/1994. Tale nuovo regolamento, che andrà a completare quanto previsto dal D.Lgs.   n. 494/1996, contiene prescrizioni di tipo organizzativo, rivolte principalmente ai committenti di opere edili, sia pubbliche che private, ed affida un ruolo centrale ai coordinatori per la progettazione, figure di professionalità specifiche in materia di sicurezza in edilizia con compiti di progettazione delle singole lavorazioni, suddivisione in sottofasi di lavoro, analisi dei relativi rischi e partecipazione alla stesura dei 3 documenti fondamentali : il Psc (Piano di sicurezza e coordinamento), che contiene l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi, oltre alle conseguenti procedure ed attrezzature atte a garantire il rispetto delle norme per la prevenzione degli infortuni e la tutela della salute dei lavoratori, nonché la stima dei relativi costi; il Pss (Piano di sicurezza sostitutivo), necessario per il settore dei lavori pubblici ove sia prevista la presenza di una sola impresa o nei piccoli cantieri con il coinvolgimento di più imprese ma con bassi rischi per la sicurezza ed un basso impiego di manodopera; Pos (Piano operativo di sicurezza), che contiene l’indicazione delle specifiche mansioni inerenti alla sicurezza svolte in cantiere svolte da ogni figura, l’individuazione delle opportune misure preventive e protettive e la documentazione in merito all’informazione e formazione dei lavoratori occupati in cantiere.

STUDI DI SETTORE : PARTONO I CONTROLLI SUL 1999 PER LE CONTABILITA’ SEMPLIFICATE

L’Agenzia delle Entrate, con Circ. n. 48/E del 26/08/2003, ha fornito indicazioni agli uffici periferici ai fini dell’accertamento relativo al periodo d’imposta 1999 nei confronti delle persone fisiche esercenti attività d’impresa in regime di contabilità semplificata che hanno dichiarato ricavi d’importo inferiore a quello risultante dall’applicazione degli studi di settore; si precisa che, durante le fasi del contraddittorio, il contribuente può documentare le ragioni in base alle quali i ricavi si scostano dal calcolo degli studi di settore.

REALIZZAZIONE DI ASILI NIDO AZIENDALI : FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER I DATORI DI LAVORO

Con Decreto del Ministero del Lavoro 16/05/2003 (pubblicato su G.U. n. 198 del 27/08/2003), sono stati fissati i criteri per la concessione dei finanziamenti, previsti dall’art. 91 della L. n. 289/2002, a favore dei datori di lavoro che realizzano nei luoghi di lavoro servizi di asili nido e micro-nidi. I datori di lavoro interessati allo sviluppo di progetti di questo genere potranno presentare l’apposito prospetto di domanda (in cui dovranno essere stimati i tempi e i costi di realizzazione dell’opera e l’entità del finanziamento richiesto),                      entro l’11 ottobre 2003, al “Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Dipartimento per le politiche sociali e previdenziali – Direzione generale per le tematiche familiari, sociali e la tutela dei diritti dei minori”, via Fornivo n. 8, pal. A, 00192 Roma (consegnata a mano, inviata a mezzo posta con raccomandata r.r., oppure inviata tramite e-mail all’indirizzo asili.nido@minwelfare.it).

I progetti dovranno essere approvati da un’apposita commissione tecnica di valutazione tenendo conto di diversi criteri (congruità dei costi di progettazione e di esecuzione dell’opera, tempi di realizzazione, congruità e

 

coerenza del progetto organizzativo, ecc…) e, in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande, potranno essere finanziati fino ad un massimo dell’80% del costo complessivo del progetto (mentre gli eventuali compensi per consulenza e progettazione saranno rimborsabili fino ad un massimo dell’8%), in ogni caso non superiori a € 125.000,00 per la realizzazione di nidi aziendali e € 75.000,00 per la realizzazione di micro-nidi aziendali.

Una volta ammessi al finanziamento, i datori di lavoro interessati dovranno, entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione, trasmettere una dichiarazione di accettazione e potranno beneficiare immediatamente del 20% del contributo assegnato; il successivo 50% lo riceveranno entro 30 giorni dall’attivazione del progetto, mentre il restante 30% sarà ottenuto al termine della realizzazione del progetto.

Il finanziamento si sostanzia in un contributo a fondo perduto per il 50% dell’importo accordato e, per la restante quota, in un finanziamento agevolato, da restituire mediante un piano di ammortamento di 14 rate semestrali posticipate (7 anni), corrisposte dal 3° anno successivo all’erogazione (interesse minimo 0,50%).

MODALITA’ OPERATIVE PER OTTENERE GLI INCENTIVI “PC AI GIOVANI”

Il D.M. Economia e Finanze 08/04/2003 (pubblicato su G.U. n. 114 del 19/05/2003), ha stabilito le modalità di presentazione delle istanze ed erogazione delle agevolazioni (c.d. fondo speciale “PC ai giovani”, progetto “Vola con internet”) previste dell’art. 27 della Legge Finanziaria 2003 dirette ad incentivare l’acquisto e l’’utilizzo degli strumenti informatici e digitali tra i giovani che compiono 16 anni nel 2003.

Le persone fisiche, residenti, nate nel 1987 (che quindi compiono 16 anni nel 2003) che acquistano, dopo il 20 maggio, un personal computer nuovo, di qualsiasi prezzo, marca e tipo, hanno diritto ad un incentivo (sconto sul prezzo finale) pari ad € 175,00. Per usufruire di tale beneficio, gli stessi dovranno presentare al rivenditore il proprio numero di codice fiscale ed il numero di identificazione personale (PIN) che riceveranno con lettera della Presidenza del Consiglio dei Ministri; i rivenditori che intendono aderire al progetto dovranno compilare il foglio elettronico riportato nell’apposito sito del portale www.italia.gov.it  (Progetto “Vola con internet”). Inoltre, i giovani che utilizzano il suddetto beneficio avranno diritto ad ottenere gratuitamente, per via telematica, un pacchetto ECDL costituito da moduli didattici al fine della preparazione al sostenimento (gratuito) entro il 30/06/2004, presso le scuole abilitate, degli esami per ottenere la c.d. “patente europea del computer”.

TOUR OPERATOR : IMPONIBILITA’ IVA DEI PACCHETTI TURISTICI ALL INCLUSIVE

La Sentenza della Corte di Giustizia Europea C-149 del 19/06/2003, ha precisato che nelle ipotesi in cui un tour operator organizzi soggiorni con la formula tutto compreso, demandandone la vendite alle agenzie di viaggio e riconoscendo alle stesse uno sconto del 10%, tale sconto non determina una riduzione della base imponibile Iva, pertanto la base imponibile Iva per il tour operator deve essere calcolata sommando al prezzo pagato dal viaggiatore l’integrazione corrisposta dall’agenzia.

 

SCADENZIARIO SETTEMBRE 2003

ü     lunedì 1° settembre : obblighi mensili di registrazione e fatturazione per le operazioni svolte in agosto; emissione ed annotazione delle fatture differite limitatamente alle cessioni effettuate a terzi dal cessionario

per il tramite del proprio cedente; invio telematico mod. DM10/2 luglio; in caso di rateizzazione, versamento, con interessi (0,50%), della 4ª rata delle imposte derivanti da Unico 2003 Persone Fisiche (se la prima rata è stata pagata entro il 20/06/2003) oppure della 3ª rata delle imposte derivanti da Unico 2003 Persone Fisiche (se il primo versamento è avvenuto tra il 21/06/2003 ed il 20/07/2003); versamento dei contributi assistenziali FASI relativi al 3° trimestre 2003 (luglio-settembre); presentazione mod. Unico 2002 da parte delle società con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare (in telematico) per periodo d’imposta 1° novembre 2001 – 31 ottobre 2002; versamento 2° acconto Irpeg ed Irap per le società con periodo d’imposta 1° ottobre 2002 – 30 settembre 2003 (cod. trib. 2113, Irpeg; 3813, Irap).

ü     lunedì 8 : presentazione all’Ufficio Doganale competente, a mezzo raccomandata semplice, dell’elenco (Intrastat) riepilogativo degli acquisti e delle cessioni intracomunitarie effettuate nel mese di luglio, da parte dei soggetti con un volume di scambi intracomunitari, nel 2002, superiori a € 200.000,00, per le cessioni, e € 150.000,00 per gli acquisti, mentre sono tenuti a riportare anche il valore statistico, le condizioni di consegna ed il modo di trasporto soltanto i soggetti con un volume di scambi intracomunitari, nel 2002, superiori a € 4.300.000,00, per le cessioni, e                  € 2.500.000,00 per gli acquisti;

ü     mercoledì 10 : presentazione del modello A/19 relativo al 2003 e versamento dell’acconto sulle “eccedenze” del contributo soggettivo ed integrativo della Cassa previdenziale dei Ragionieri Commercialisti;

ü     lunedì 15 : emissione delle fatture differite relative ai beni consegnati o spediti nel mese di agosto; annotazione dell’ammontare complessivo delle operazioni fatturate nel mese di agosto per i contribuenti “minimi” e “super semplificati”; registrazione, nell’apposito documento riepilogativo, delle fatture di importo inferiore a € 154,94 emesse in agosto; annotazione (unica) nel registro dei corrispettivi per le operazioni per cui è stato rilasciato scontrino o ricevuta fiscale; presentazione alla Direzione Regionale, o sede Provinciale, Inail competente dell’istanza per ottenere l’autorizzazione all’accentramento delle posizioni assicurative presso un’unica sede Inail (ex art. 13, D.M. 12/12/2000); presentazione telematica, o su supporto magnetico, all’Inps della dichiarazione della manodopera occupata nel 2° trimestre 2003 da parte dei datori di lavoro agricolo (mod. DMAG);

ü     martedì 16 : versamento mediante mod. F24 di Iva mensile agosto (cod. trib. 6008), ritenute alla fonte sui agosto di lavoro corrisposti a agosto (cod. trib. vedi sotto), contributi Inps dipendenti relativi alle retribuzioni di agosto, contributi alla Gestione Separata Inps per compensi corrisposti in agosto a collaboratori coordinati e continuativi (codici tributo C10, per aliquota 10%, e CXX, per aliquota 14%, massimale 2003 € 80.391,00), contributi Enpals (cod. trib. CCSP, per sportivi professionisti, o CCLS, per lavoratori dello spettacolo) relativi alle retribuzioni di agosto; imposta unica dovuta per le scommesse e i concorsi pronostici svoltisi nel mese di agosto (minimo € 26,00); denuncia dei contributi Inps relativi al mese di agosto mediante mod. DM10/2, denuncia e versamento dei contributi Inpdai relativi al mese di agosto mediante mod. F24 (sezione Inps, cod. trib. DM10); versamento dei contributi relativi agli operai agricoli occupati nel trimestre gennaio-marzo 2003 e versamento della seconda rata dei contributi

 

previdenziali ed Inail dovuti dai lavoratori autonomi agricoli; versamento della terza rata Inail, per coloro che hanno scelto la rateizzazione dei premi Inail relativi a saldo 2002 ed acconto 2003; in caso di rateizzazione, versamento, con interessi (0,50%), della 4ª rata delle imposte derivanti da Unico 2003 per i soggetti titolari di partita IVA (se la prima rata è stata pagata entro il 20/06/2003), oppure della 3ª rata (se la prima rata è stata pagata con decorrenza 20/07/2003); riprendono a decorrere i termini processuali sospesi dall’01/08/2003; versamento (cod. trib. 8060) delle imposte dovute dalle persone fisiche titolari di redditi prodotti in forma associata da società che hanno precedente aderito al cd. concordato (ex art. 7, L. n. 289/2002);

Þ    codici di versamento delle ritenute : 1001 (retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio lavoratori dipendenti), 1002 (emolumenti arretrati), 1004 (redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, ad es. coll.coord.cont.), 1012 (indennità per cessazione rapporto di lavoro); 1040 (redditi di lavoro autonomo, esercizio di arti e professioni), 1038 (provvigioni per rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza); 3802 (add. Reg. Irpef - sostituto d’imposta), 3816 (add. Reg. Irpef Enti locali - sostituto d’imposta);

ü     lunedì 22 : presentazione all’Ufficio Doganale competente, a mezzo raccomandata semplice, dell’elenco (Intrastat) riepilogativo degli acquisti e delle cessioni intracomunitarie effettuate nel mese di agosto, da parte dei soggetti con un volume di scambi intracomunitari, nel 2002, superiori a € 200.000,00, per le cessioni, e € 150.000,00 per gli acquisti, mentre sono tenuti a riportare anche il valore statistico, le condizioni di consegna ed il modo di trasporto soltanto i soggetti con un volume di scambi intracomunitari, nel 2002, superiori a € 4.300.000,00, per le cessioni, e  € 2.500.000,00 per gli acquisti; eventuale ravvedimento (con sanzione pari al 3,75%, 1/8 del minimo, ed interessi 3%) relativo alla liquidazione Iva del mese di luglio o del 2° trimestre 2003 (sanzione pecuniaria - codice tributo 8904 agli omessi o insufficienti versamenti delle ritenute alla fonte in scadenza il 21 agosto (sanzione pecuniaria - codice tributo 8906, 8902 per add. Reg. Irpef, 8903 per add. Com. Irpef) oppure agli omessi o insufficienti versamenti delle imposte risultanti dalla dichiarazione Unico 2003 SC e ENC in scadenza il 21 agosto con la maggiorazione dello 0,40% (sanzione pecuniaria - codice tributo 8904 per Iva, 8905 per Irpeg, 8907 per Irap, 8908 per altre imposte dirette); denuncia e versamento contributi di agosto per impiegati di imprese di spedizione (FPI, versamento effettuato alla Banca Monte dei Paschi di Siena – Filiale di Milano – via S. Margherita n. 11, sul c/c bancario intestato al Fondo Nazionale di Previdenza per gli impegati delle Imprese di spedizione e delle Agenzie marittime, Contributi Aziendali n. 80900.1, coordinate bancarie K 01030 01600), contributi Enpaia (impiegati agricoli, denuncia con mod. DIPA/01), Inpgi (denuncia con modello DASC e versamento mediante bonifico bancario presso gli sportelli della Banca di Roma su c/c n. 83400/30, filiale 166, via Nizza n. 35, 00198 Roma, ABI 03002, CAB 05187.0) e Casagit (versamento presso qualsiasi sportello della Banca di Roma, c/c bancario n. 88436/35, CAB 05085.6, ABI 3002, intestato a Casagit, via Marocco n. 61, 00144 Roma) per giornalisti; presentazione al CONAI, da parte dei produttori di imballaggi, della denuncia mensile di agosto; versamento, senza

 

 

maggiorazioni, di Irpeg, Irap ed imposta sostitutiva risultanti da Unico 2002 Società di Capitali, Enti commerciali ed Enti non commerciali, con periodo d’imposta 1° aprile 2002 – 31 marzo 2003;

ü     giovedì 25 : presentazione all’Inps (mod. Igi15 per Cig ordinaria), ed eventualmente alla Direzione Provinciale del lavoro (mod. CIGS97, per Cig straordinaria, o mod. Cds e Solid/Inps, per contratti di solidarietà) della richiesta di autorizzazione al trattamento CIG/CIGS per sospensione o riduzione dell’attività lavorativa intervenuta nel mese di agosto 2003; presentazione all’Enpals della denuncia contributiva relativa al mese di agosto (mod. 031/R, spettacolo, e mod. 031/R-SP, sportivi); denuncia (mod. DIPA/01) e versamento della rata mensile dei contributi Enpaia per impiegati agricoli;

ü     martedì 30 : obblighi mensili di registrazione e fatturazione per le operazioni svolte in settembre; emissione ed annotazione delle fatture differite limitatamente alle cessioni effettuate a terzi dal cessionario per il tramite del proprio cedente; invio telematico mod. DM10/2 agosto; presentazione telematica della dichiarazione del sostituto d’imposta mod. 770/2003 Semplificato (termine così prorogato rispetto alla scadenza originaria del 30 giugno dal D.P.R. n. 126 del 16/04/2003, pubblicato su G.U. n. 128 del 05/06/2003); eventuale ravvedimento (con sanzione pari al 6%, 1/5 del minimo, ed interessi 3%) relativo agli omessi o insufficienti versamenti, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte effettuate nel corso del 2002 (sanzione pecuniaria - codice tributo 8906, 8911 per altre violazioni tributarie relative alle imposte sui redditi, imposte sostitutive, Irap ed Iva); in caso di rateizzazione, versamento, con interessi (0,50%), della 5ª rata delle imposte derivanti da Unico 2003 Persone Fisiche (se la prima rata è stata pagata entro il 20/06/2003) oppure della 4ª rata delle imposte derivanti da Unico 2003 Persone Fisiche (se il primo versamento è avvenuto tra il 21/06/2003 ed il 20/07/2003); versamento, mediante gli appositi bollettini, dei contributi volontari Inps relativi al 2° trimestre 2003; versamento  (a mezzo c/c postale oppure direttamente presso le tesorerie comunali) della quarta rata dell’imposta comunale sulla pubblicità; comunicazione del lavoratore al sostituto d’imposta di non voler effettuare il 2° o unico acconto Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quanto indicato nel modello 730-3; rimpatrio, da parte dei contribuenti residenti in Italia attraverso gli intermediari residenti autorizzati, di denaro ed altre attività finanziarie detenute all’estero alla data del 31/12/2001 senza mai averle dichiarate all’Amministrazione finanziaria italiana, comunicate all’UIC o aver indicato tali beni nel modulo RW di Unico (c.d. scudo fiscale, cod. trib. 8088); presentazione cartacea mod. Unico 2002 da parte delle società con periodo d’imposta periodo d’imposta 1° marzo 2002 – 28 febbraio 2003 (in telematico per periodo d’imposta 1° dicembre 2001 – 30 novembre 2002; versamento 2° acconto Irpeg ed Irap per le società con periodo d’imposta 1° novembre 2002 – 31 ottobre 2003 (cod. trib. 2113, Irpeg; 3813, Irap).